Il cammino ti da sempre quel che ti serve…

Una frase che imparai subito fu proprio questa:

il cammino ti da sempre quel che ti serve! 

È una delle poche frasi, che sul cammino ti accorgi di esser vera.
Mentre percorri qualsiasi cammino conosci persone che han già fatto il cammino o che son più informate di te e ti danno le giuste dritte, i giusti consigli di dove dormire, mangiare od altro.
Molte volte nel caldo quando l’acqua scarseggia nel deserto del cammino ecco qua che nel nulla un bel nasone (fontanella) che si ti abbaglia, e tu li ci vai dentro a bere ettolitri d’acqua, la miglior acqua che tu abbia mai bevuto, 30 km, 37° all’ombra e tu trovi quella fontanella. Se non è fortuna quella…
Ti fermi ti bagni tutto, riempi il capello e te lo metti in testa. Guardi i tuoi compagni che fanno lo stesso, a quel punto a mangi, ridi, ti riposi: ti rigeneri. Un piccolo momento di un lungo cammino.
FB_IMG_1458232145490Oppure per noi italiani dopo settimane di caffè con leche od ancor peggio caffè liofilizzato. Ecco lì un bel bar con un’insegna di una nota marca di caffè italiano. Il tuo amico taiwanese sorride ed associando l’Italia alla marca ti dice il nome della marca ad alta voce.

Ti fermi, le tue papille gustative si collegano al cervello; ti ritrovi subito a casa mentre sorseggi la tua tazzina bianca, le risate con i tuoi amici, la mattina appena sveglio, la domenica dai nonni  e quell’inconfondibile voglia di berlo.  A quel punto uscito dal coma di ricordi. Entri nel bar di un paesino di nemmeno 500 anime e lì ti trovi altri 10 italiani che fanno assaggiare ai nuovi amici “stranieri” il caffè italiano. E non puoi altro che chiedere un bel caffè e sederti con loro e parlare italiano e proseguire il tuo cammino ancora più motivato.
Certe volte il cammino ti da tanto altro, che solo dopo che torni a casa ti viene in mente. Mentre assapori i tuoi ricordi ti vengono in mente le storie di vita, i tuoi momenti dove quando triste ti fermavi a mangiare il tuo panino. E mentre la tristezza, la stanchezza, la voglia di lasciare ti persevava, passavano due ragazzi più giovani di te che iniziavano il loro cammino, era il loro primo giorno. Saltellavano, correvano, e tutto era bello nuovo, la fatica non esisteva e tu li dopo 500 km che iniziava a girarti in testa la frase: ma chi me lo ha fatto fare… Si avvicinano e ti parlano in spagnolo, uno strano spagnolo Italieggiante, tu ridi e gli dici che anche tu sei italiano. IMG_20160317_173234I loro occhi son felici, a solo 17 anni son sul cammino. Finisci di mangiare e Si inizia parlare del cammino del perché del come etc etc e ridendo e scherzando fai 5 tappe con loro, le più dure secondo la letteratura. Invece le più belle e piene di ricordi: Una festa per i diciotto anni, Un amore sfociato sul cammino e tante altre cose che han riempito il mio cammino nel momento peggiore.

Oggi mentre percorro altri cammini, cercando sentieri ed altro ecco che il cammino mi da ciò che mi serve…
Mi fermo al bar ed il banconiere stupito dallo zaino e dai nostri discorsi ci chiede che ci facciamo lì etc etc. E tu gli rispondi stiamo camminando e cerchiamo di creare un cammino, cerchiamo  sentieri e luoghi dove poter dormire. Dalla sua bocca quasi sempre esce la mitica frase: ASPE che chiamo un mio amico… Ed ecco lì che l’amico arriva ci ascolta, sente il nostro progetto, si innamora e mette a disposizione una stalla, una casa, un divano. Ed il cammino diventa di tutti. Ti riempi di gioia quando il suo amico mette le foto sui social con i pellegrini.
Il cammino ti da sempre quel che ti serve, ti trova l’acqua nel deserto, l’alloggio quando c’è freddo, ma soprattutto il cammino ti migliora dentro, ti permette di abbattere le barriere che la vita di tutti i giorni ha creato. Il banchiere parla con il disoccupato, il laziale con il romanista. Sembra quasi che il cammino unisca i contrari.

Il cammino ti da quel che ti serve: l’amico nel momento del bisogno. La pioggia quando c’è caldo. Le fantastiche ciliegie (fuori stagione) quando hai fame. Il cammino ti da quel che ti serve…
Buon cammino e buon caffè… Nik

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...